Campo Ligure è un centro dell’entroterra ligure, situato lungo la strada statale del Turchino che, da Voltri, quartiere dell’estremo ponente genovese, conduce fino a Isola d’Asti, in Piemonte. Distante una ventina di km dal capoluogo ligure, Campo Ligure è attraversato dal corso del torrente Stura, corso d’acqua che nasce dai piani di Praglia e confluisce nel torrente Orba poco prima di Ovada.
Il principale monumento di Campo Ligure è sicuramente il castello Spinola, costruito nel secolo XII secolo e rimaneggiato a partire dal 1309 per volere della famiglia genovese, che si erge su uno sperone roccioso ad est del paese: teatro di diverse manifestazioni, specialmente durante il periodo estivo, offre uno splendido panorama sul paese.
La natura incontaminata a Campo Ligure è protagonista assoluta: il paese, infatti, è lambito a ovest dal parco naturale regionale del Beigua e ad est da quello delle capanne di Marcarolo, che segna anche il confine con la provincia di Alessandria e con la regione Piemonte.
Campo Ligure è celebre anche per la sua filigrana: a partire dal 1884 in paese fiorirono le botteghe in cui valenti artigiani ereditarono un’arte antichissima e praticata in tutta l’area del Mediterraneo. Ancora oggi esistono in paese diverse botteghe artigiane, che continuano a produrre autentici capolavori lavorando sapientemente a mano fili d’argento e d’oro.
Pur essendo a pochi chilometri dal mare, a livello climatico Campo Ligure è caratterizzata da un clima tipicamente continentale-appenninico: ad estati fresche ed asciutte si alternano primavere ed autunni piovosi ed inverni particolarmente rigidi, con temperature che raggiungono diversi gradi sotto lo zero e nevicate copiose con neve che persiste al suolo per lungo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *