Vigevano, splendido centro rinascimentale adagiato fra le risaie della Lomellina, ospita un’azienda manifatturiera che ha fatto la storia della piccola industria italiana, quel capitalismo familiare che, nel nostro paese, ha letteralmente costituito la spina industriale del boom economico prima e dell’economia di fine novecento poi. Chiesa Artorige da oltre 60 anni è protagonista sul mercato delle fustellatrici, ovvero delle presse che consentono di imprimere su una grande varietà di materiali, dalla carta alla stoffa, feltro, pelle… la forma presente sulla fustella. E cos’è allora una fustella? Una sorta di modello, il contorno della forma che la fustellatrice deve imprimere sul materiale prescelto.

Immaginate ad esempio di avere a disposizione un’immagine stampato su cartone che volete trasformare in un puzzle: avrete bisogno di una macchina fustellatrice che imprima i contorni dei vari pezzi del puzzle sulla vostra foto, tagliandola nei vari pezzi che comporranno il puzzle stesso, chiaro?

La gamma di fustellatrici marchiate Chiesa comprende differenti modelli, a seconda delle caratteristiche della macchina: esistono fustellatrici a bandiera, fustellatrici automatiche, idrauliche, a CNC. Oggi ogni macchina è affiancata da un pc con sistema operativo Windows per gestire il suo funzionamento. E naturalmente, con la diffusione di tecnologie sempre più avanzate, le macchine hanno ridotto i costi di gestione, i consumi elettrici e la rumorosità.
In realtà l’azienda è divisa in due ragioni sociali differenti: Chiesa Artorige tratta la progettazione e la produzione di fustellatrici automatiche, mentre Chiesa Export tratta invece fustellatrici a ponte, a bandiera, i sistemi waterjet (taglio ad acqua) e i plotter a lama vibrante.
Un’eccellenza italiana caratterizzata dal grande successo dei propri prodotti: visitate il sito dell’azienda, al www.chiesaartorige.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *